Marketing Management: cos’è, corsi di studio e libri chiave

Marketing Management

La grande bellezza – Sorrentino

 

Cos’è il Marketing Management e quali sono i Master più accreditati in Italia? A partire da Kotler, la figura del Marketing Manager si trasforma in una risorsa sempre più poliedrica. Il Marketing Management diventa parte integrante delle dinamiche economiche e viene riconosciuto come una scienza che ha il compito di individuare e soddisfare i bisogni umani e sociali. 

Marketing Management: significato

Rivalutando totalmente lo scenario fino ad allora conosciuto, Kotler, qui il pdf in inglese di Marketing Management del 2007,  propone una struttura aziendale nuova, con obiettivi e mezzi olistici.

Il consumatore diventa il protagonista di tutto il processo di pianificazione strategica.  

Con il termine Marketing Management ci riferiamo a tutte quelle attività delle imprese volte a studiare il mercato e a gestire le relazioni con esso. Attraverso lo studio della domanda, il marketing facilita la commercializzazione di beni e servizi modellando e promuovendo l’offerta.

Il Marketing Management è, sempre secondo la definizione di Kotler, “l’arte e la scienza della scelta dei mercati obiettivo, nonché dell’acquisizione, il mantenimento e la crescita tramite la creazione, la distribuzione e la comunicazione di un valore superiore per il cliente”. 

Il marketing si propone di sviluppare scambi soddisfacenti da cui traggano beneficio sia i clienti che i marketer. Il cliente si attende di ottenere una renumerazione o un beneficio superiore ai costi che ha sostenuto in una transazione di marketing.

L’impresa, a sua volta, si aspetta di ottenere qualcosa di valore in cambio, generalmente rappresentato dal prezzo richiesto per il prodotto.  Attraverso l’interazione compratore-venditore un cliente sviluppa aspettattative riguardo al comportamento futuro del venditore.

Per soddisfare queste aspettative l’impresa deve mantenere le proprie promesse.

 

Cosa fa un Marketing Manager?

 

marketing management

 

Il Marketing Manager è il capo della gestione dei prodotti; la sua responsabilità può anche includere attività quali le ricerche di mercato e la pubblicità ma non comprende, almeno secondo l’accezione europea, la vendita e la distribuzione.

Negli ultimi 20 anni, questa figura professionale si è ramificata adattandosi e rispondendo alle innovazioni tecnologiche.

Il Marketing Manager oggi diventa anche o esclusivamente il Web Marketing Manager o Digital Marketing Manager dedito alla gestione di tutti i processi e delle campagne di marketing online, creando una figura nuova o un ampliamento di competenze che prima erano prettamente offline.

Dati gli obiettivi e la missione di una impresa, il Marketing Manager sviluppa strategie di marketing che contribuiscano alla strategia corporate.

 

 

 

Una figura in evoluzione

Il Marketing Manager oggi si occupa della gestione di tutte le modalità con cui l’azienda sviluppa, comunica e rende disponibile ai clienti la propria offerta di valore.

In tal senso il Marketing Management assume più sfaccettature rispetto al passato, includendo:

  • Il Marketing relazionale: cura le relazioni con tutti gli stakeholder;
  • Il Marketing integrato: focalizzato sul marketing mix per creare un’esperienza che consenta al consumatore di percepire un’immagine del brand forte, focalizzata e duratura;
  • Il Marketing interno: orientato verso le risorse interne dell’azienda;
  • Il Marketing socialmente responsabile: comprende la responsabilità sociale delle aziende. Quando parliamo del ruolo che il marketing ha all’interno della società, Kotler lo definisce come il processo sociale mediante il quale gli individui e i gruppi ottengono ciò di cui hanno bisogno attraverso la creazione, l’offerta e lo scambio di prodotti e di servizi di valore”.

 

Come si diventa Marketing Manager?

Il Marketing Management è un settore ampio e con diverse specializzazioni. Iniziamo col dire che si sviluppa su due livelli diversi, ma complementari:

  1. Marketing strategico: è orientato all’analisi sistematica e continuativa dei bisogni del mercato, che sviluppi nuovi concetti di prodotti competitivi ed ha una valenza di medio-lungo periodo
  2. Marketing operativo: è orientato all’azione (vendita,distribuzione e comunicazione) ed ha una valenza di breve-medio periodo

Qui trovate un focus sul marketing, mentre qui trovate un articolo sulla relazione e le differenze tra marketing strategico e marketing operativo. Queste sono le basi per intraprendere gli studi o una carriera in questo settore.

Dal Brand manager dedicato ad una linea di prodotti sotto un unico brand, al Product Manager focalizzato su un prodotto specifico, la strada verso la carriera di Marketing Manager o Direttore Marketing richiede anni di esperienza ed una conoscenza di diversi mercati e benchmark di riferimento.

Nell’immagine seguente potete farvi una idea del percorso di carriera standard o dello stipendio di un marketing manager:

 

 

Cosa ha studiato un Marketing Manager?

Un Marketing Manager possiede una cultura ampia e variegata. Sono necessarie doti analitiche e di calcolo e spesso un background economico apre le porte ad una carriera in questo settore, ma non sempre è sufficiente o esclusivo. Il Marketing Management non è solo la gestione dei processi meccanici che conducono a un profitto sempre maggiore per le aziende, bensì anche empatia e intelligenza collettiva.

Materie come la psicologia, sociologia, l’economia comportamentale, un background che definiremmo umanistico, affiancato all’esperienza pratica, sono diventati appetibili agli occhi di quelle aziende che stanno cercando di umanizzare sempre di più i loro processi e le loro relazioni col consumatore.

 

 

marketing e psicologia

QUALCHE VOLTA, LE NUOVE IDEE SI TROVANO NEI DETTAGLI PIÙ INSIGNIFICANTI DI UN PROBLEMA,  DOVE GLI ALTRI NON SI PERITANO DI GUARDARE

 

Una specializzazione in marketing è sicuramente richiesta…

Fondamentale, insieme al giusto mix di altre qualità che stimolano creatività e pensiero critico.

Allontanadosi da paradigmi obsoleti per cui il Marketing Management debba rappresentare una acerba analisi di dati, le realtà più avanzate e al passo coi tempi, ricercano sempre più figure ibride capaci di muoversi nella attuale società liquida.

Il consumatore diventa sempre meno prevedibile e la razionalità della scelta diventa un concetto vetusto.

In Thinking Fast and Slow, Daniel Kahneman ci descrive quanto i bias cognitivi intervengano nelle nostre scelte e quanto gli small data siano importanti per trovare gli insight nascosti.

Questi spesso richiedono un pensiero laterale, arborescente: il dato insolito ci costringe ad essere più creativi e meno razionali.

 

Master Marketing Management: dove studiare?

Se cercate un Master in Marketing Management, qui di seguito una lista delle Università più gettonate in Italia con i loro piani di studio:

Per i meno esigenti, ci sono dei corsi online in marketing management molto validi, non rappresentano un biglietto da visita per le aziende, ma sicuramente sono utili per capire i meccanismi del lavoro che vorreste fare.

 

Qui alcuni link utili per scegliere il Master più adatto alle vostre esigenze…

Se non siete sicuri , qui alcuni siti molto intuitivi che vi aiuteranno nella ricerca:

  • Miur
    www.miur.it
    Ministero dell’Università e della Ricerca
  • Asfor
    www.asfor.it
    sito ufficiale della società che li accredita; per consultare i parametri utilizzati e per scoprire i master accreditati
  • Cestor
    www.cestor.it
    sito sulla formazione e l’orientamento
  • GuidaMaster
    www.guidamaster.it
    portale interamente dedicato alla formazione post-lauream, molto approfondito e aggiornato, tratta anche quelli finanziati dal Fondo Sociale Europeo.
  • Studenti punto it
    www.studenti.it
    Community di studenti di ogni ordine e grado, con una sezione specifica e il forum degli studenti.

 

… e dei libri sul marketing management:

Riportiamo qui alcuni libri sul marketing management ed una lista completa di altri testi interessanti a riguardo.

Un Marketing Manager è spesso una figura poliedrica, con doti analitiche e numeriche con capacità intuitiuve e creative.

Leggono molto e di cose diverse.

 

  1. Markerting management – Kotler   La Bibbia del Marketing Management “ideale per programmi MBA, Master of Science e corsi delle Lauree Magistrali(..) è divenuto negli anni un volume “must have” nella biblioteca di ogni manager, consulente o professional che a qualunque titolo opera nella gestione di imprese e organizzazioni, pubbliche e private”;
  2. Market driven management – Lambin  uno strumento efficace e utile per l’approfondimento dei concetti di marketing di base;
  3. Benvenuti nell’era della creatività. Le banane e la fine del marketing: di facile lettura, ci da uno scenario culturale sul marketing con esempi pratici su come la cultura di una certa nazione influisca sui messaggi e i contenuti pubblicitari;
  4. Le 22 immutabili Leggi del Marketing:  divertente e molto inspirational;
  5. Thinking Fast and Slow: dovrebbero leggerlo tutti.

 

qui la nostra lista di libri completa!

 

VEDI ANCHE: COME SI CREA UN PIANO DI MARKETING

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *