FAQ nei risultati di Google: come aggiungere domande e risposte

 

faq

manhattan – W.Allen

Come far comparire le FAQ presenti nella pagina del tuo sito direttamente nei risultati di ricerca di Google?

In questa guida ti spieghiamo come aggiungere domande e risposte negli snippet visualizzati da Google. Come saprai, questa strategia è utile per distinguere le tue pagine dalle altre presenti in SERP (ovvero tra i risultati di ricerca), per attrarre più click e utenti sul tuo portale.

I vantaggi dei rich snippet con FAQ

Essere presenti nei risultati di ricerca con uno snippet arricchito da domande e risposte attinenti al prodotto, al servizio o al tema della pagina presenta almeno due interessanti vantaggi:

  • il tuo sito spiccherà nella SERP, portando ad un aumento del CTR (ovvero del tasso di click in rapporto al numero di impressioni o visualizzazioni totali della pagina nei risultati di ricerca);
  • la tua pagina comunicherà immediatamente autorevolezza e completezza agli utenti, stimolando l’interesse e, ancora una volta, influendo positivamente sul numero delle visite organiche.

Attenzione: per rendere risolutive le tue FAQ è fondamentale riuscire a rispondere in modo sintetico, efficace e convincente a quesiti realmente ricercati ed interessanti per gli utenti. In più, tieni a mente che il tuo obiettivo rimane quello di spingere il visitatore al click e ad approfondire l’argomento in questione consultando il tuo sito. Se intendi valorizzare al massimo questo tipo di rich snippet, considera la possibilità di rivolgerti ad esperti copywriter per il web, che sapranno ottimizzare i tuoi contenuti e aumentarne l’efficacia sul piano della comunicazione

 

Comparire nei risultati di Google con il rich snippet Domande Frequenti: i passaggi

 

I dati strutturati per le domande frequenti nascono con l’intento di rendere più semplice, per Google, individuare le pagine di un sito in cui sono presenti delle FAQ.

Una volta aggiunto lo Schema markup richiesto da Google nel codice della tua pagina, il motore di ricerca potrà scegliere di mostrare una tendina in coda allo snippet visualizzato nei risultati di ricerca. Gli utenti potranno cliccare sui quesiti delle FAQ e leggere le risposte in modo pratico e veloce.

Per ottenere questo risultato devi:

  • predisporre una pagina delle FAQ. Puoi scegliere di valorizzare pagine delle domande frequenti presenti sul tuo sito oppure di aggiungere FAQ nella pagina che descrive un prodotto, presenta un servizio o riporta un approfondimento. Nota bene: il testo delle FAQ (domanda e risposta) deve essere presente integralmente sulla pagina.
  • Creare lo Schema markup delle FAQ, preferibilmente nel formato JSON-LD. Per agevolare questo passaggio, utilizza un tool online come lo Schema markup generator del portale Technicalseo.com. Nel menù a tendina, selezione “FAQ Page”, quindi compila i campi “Question” e “Answer” aggiungendo, una alla volta, le tue domande frequenti. Dovresti ottenere un codice di questo tipo:

————————————————————–

<script type=”application/ld+json”>

{

  “@context”: “https://schema.org”,

  “@type”: “FAQPage”,

  “mainEntity”: [{

    “@type”: “Question”,

    “name”: “Come far comparire le FAQ nei risultati di Google?”,

“acceptedAnswer”: {

“@type”: “Answer”,

“text”: “Inserendo all’interno delle tue pagine delle domande frequenti l’apposito Schema markup FAQpage.”

}

},{

  “@type”: “Question”,

  “name”: “Dove inserire il codice Schema?”,

  “acceptedAnswer”: {

    “@type”: “Answer”,

“text”: “Il codice deve essere aggiunto nell’head della tua pagina”

}

}]

}

</script>

—————————————————————————–

  • Verifica che il codice non presenti errori. Visita la pagina dello Strumento di verifica dei dati strutturati di Google, incolla il codice generato in precedenza e clicca sul simbolo “Convalida”. Se il tuo codice è corretto, il tool restituirà le diciture “0 errori” e “0 avvisi”. Nota Bene: non utilizzare caratteri speciali, virgolette, parentesi o altri simboli che potrebbero interferire con il codice nel testo delle tue FAQ.

 

  • Aggiungi il codice all’interno dell'<head> della tua pagina. A seconda del CMS da te utilizzato, questo step potrebbe variare. Su WordPress, l’opzione di modifica dell'<head> delle pagine potrebbe essere prevista o meno di default in base al tema scelto. In ogni caso, per ovviare al problema è sufficiente ricorrere ad un plugin ad hoc, come AddFunc Head & Footer Code.

 

  • Segnala la modifica della pagina a Google. Accedi alla Search Console utilizzando il tuo account Google collegato al sito, clicca sulla voce “Controllo URL” e inserisci l’indirizzo della pagina nella barra in alto. Una volta scansionata la pagina, richiedine nuovamente l’indicizzazione cliccando sull’apposito pulsante. Nota bene: affinché Google aggiunga la nuova versione della pagina al suo indice potranno essere necessari da alcuni minuti a diverse ore.

 

  • Se la procedura è andata a buona fine, nella colonna di sinistra della Search Console vedrai apparire una nuova voce, chiamata “Domande frequenti (FAQ)”.

A questo punto, nei risultati di ricerca vedrai comparire lo snippet della tua pagina arricchito con le FAQ (solamente per query che vedono la pagina tra i primi 10 risultati di ricerca).

I rich snippet FAQ rappresentano una delle tante possibilità offerte da Google per valorizzare testi e informazioni presenti sul tuo sito e attrarre un pubblico sempre maggiore sulle tue pagine. Mantenere il tuo portale al passo con le novità introdotte dal Colosso di Mountain View rappresenta una delle best practice fondamentali per mantenere la giusta visibilità nelle SERP e guadagnare terreno sui tuoi competitor.

VEDI ANCHE: SEO PER ECOMMERCE, TATTICHE E STRATEGIE

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *