Data Studio: Cos’è, Come si Usa, Template, Tutorial e Corsi

data studio

Minority Report – Steven Spielberg

Cos’è data studio?

Data studio è uno strumento google che serve per creare dashboard ovvero dei “documenti” che ci permettono di controllare l’andamento delle metriche aziendali più importanti (key performance indicator). Si tratta di costruire un documento che abbia sia un aspetto grafico carino e che contenga le giuste metriche per tenere sempre sotto controllo come sta andando il nostro business. Si tratta quindi di uno strumento che si occupa della visualizzazione dei dati.

A cosa serve e perché usare data studio?

Centralizzazione e controllo: spesso utilizziamo uno strumento di marketing per ogni stadio del funnel, ad esempio per l’acquisizione usaimo facebook adwords e la seo, per l’engagement usiamo instagram, google analytics e mail chimp e per la conversione criteo. Ecco, ogni volta che devi analizzare le performance dei tuoi canali di marketing devi entrare in uno strumento diverso. Questo implica per il 90% delle volte di non controllare le performance. La rivoluzione di data studio è che permette a persone non tecniche 8come noi marketers) di aggregare diverse fonti di dati in un’unica dashboard riassuntiva che risulta quindi immediata e facile da usare. L’idea è quella di farlo diventare il vostro caffè mattutino, alzarsi vestirsi e controllare la dashboard, magari confrontarle sia giorno per giorno che settimana per settimana. Del resto, il primo libro del mentore di Google Analytics si chiama “ Google Analytics – an hour per day”, questo vuol dire avere una visione d’insieme, ogni giorno. Constantemente e alo stesso tempo non possiamo perdere tempo a guardare I dati tutto il giorno.

Comunicazione efficace: un’immagine vale più di 100 parole  questo detto non viene dal cielo, in realtà abbiamo un sacco di dati che provano che questa frase è assolutamente vera.

  • Il 90% delle informazioni percepite dalle persone arrivano dalla vista
  • Il 70% dei sensori recettori sono negli occhi
  • Il 50% dei neuroni del cervello sono utilizzati durante il processo di visualizzazione delle informazioni
  • Una persona comprende 40% volte meglio se la risposta contiene immagini
  • Una persona comprende le informazioni visive 60.000 volte più veloce rispetto alla solita informazione usata come testo
  • La produttività umana aumenta del 17% in più utilizzando le informazioni visive

Questo vuol dire che creare una dashboard vi permette di comunicare meglio quello che vogliamo dire e di attirare meglio l’attenzione dei boss o delle persone meno affini alla cultura del dato.

 

Data studio vs tableau vs klipfolio e le altre alternative: quale strumento di data visualization è il migliore?

A mio parre quindi i vantaggi di utilizzare questo strumento son la possibilità di aggregazione di più fonti senza dover scrivere script o utilizzare API. Riuscire a leggere facilmente i dati e interagire con la piattaforma rendendo il dato “democratico” e infine la velocità di consultazione.

Di seguito puoi trovare la situazione del mercato per le soluzioni di data visualization sulla business intelligence by Forrester

qui invece trovate una matrice di comparazione tra klipfolio, tableau, power BI (microsoft) e data studio fatta da noi, cercando di capire quale tool fosse il migliore studiando i connettori, la creazione ed elaborazione degli elementi, la visualizzazione dei dati, la navigazione, il costo e le condivisioni.

Tutorial data studio: come funziona e come si usa?

I principi base di questa piattaforma sono 4:

  • Collegare fonti di dati: esistono tantissimi connettori di default già presenti nella piattaforma come google anlyticds, adwrods, fogli google, doubleclick (quindi tutti i prodotti google li abbiamo). Poi però esistono anche tanti connettori custom che le aziende stano creando come facebook, mailchimp, instagram ecc (quindi i prodotti non google). Poi esiste il dio del connettore chiamato supermetrics che è un programma a apagemtno che utilizzando le API riesce a connettersi a quasi tutti gli strumenti di marketing come sem rush, search metics, moz, adobe, bing, adform ecc. Questo tool con un interfaccia molto facile prende i dati dalle vostre piattaforme eli mette su un google sheet.
  • Automatizzare la roccalta dei dati (uno studio di techrepublic dice che gli analisti perdono 80% del loro tempo e pulire e preparar ei dati https://www.tableau.com/reports/business-intelligence-trends) con i connettori automatici si può cambiare data al rpeort senza mettere mano ai dati. L’idea è passare più tempo a pensare a decisioni strategiche e meno tempo a preparare e guardare i dati.
  • Visualizzare efficacemente le informazioni: Ogni volta che dobbiamo comunicare un dato a qualcuno, la classica reazione è quella della faccia di un bambino che si ricorda di avere 3 ore di matematica di seguito…Diciamoci la verità i dati sono attraenti, ma non tutti sanno digerirli.
  • Condividere le informazioni: un dato è utile solo quando diventa democratico. è importante condividere questa cultura per costruire decisioni basate su dati veri e non su opinioni.

Qui trovi un bel Video tutorial che fa vedere come si usa Data studio by google – https://youtu.be/C1w-yuTDUeM

Corsi, Guide e Tutorial in italiano

il 24 novembre a firenze facciamo un corso dedicato a data studio, se ti va dai un’occhiata qui

Ci piace tanto organizzare le informazioni, così abbiamo deciso di creare un corso utilizzando gli articoli dei principali esperti del settore come Enrico Pavan e Filippo trocca. Noi ci mettiamo la linearetà e il riassunto finale 🙂

1)costruire il prototipo di una dashbaord:

per prima cosa si prende un foglio e una penna e si pensai dati che vogliamo e quale grafico vogliamo utilizzare per rappresentarli. Se fai questo passaggio passerai meno tempo su data studio. Nell’intercxtion design uno dei principi basi è creare il prototipo prima di scrivere del codice così da fare eventuali modifiche prima e a basso costo e non dopo sulla dashboard. A questo proposito ti possono essere utili 2 articoli per scegliere i giusti grafici, i colori, le gestire efficacmente le informazioni per raggiungere il tuo obiettivo:

  • l’anatomia di un dato perfetto e come presentarlo – link
  • creare una visualizzazione efficace – link

Saltare questa parte vuol dire fare 3 volte il lavoro dopo. Nelle pratiche di interaction degsin (come nel design thinking) il prototipo è fondamentale per convalidare il formato del prodotto. Ogni cambiamento fatto a posteriori richiederà moltissimo tempo.

2) usare data studio per creare la tua dashboard:

3) importare le sorgenti di dati con i connettori:

4) utilizzare i campi calcolati per creare cluster:

5) utilizzare le formule per creare metriche calcolate:

  • Guida ufficiale google – link

6) Come usare data studio al Massimo

  • Un’estensione per scaricare i report in PDF – link
  • Qui trovate una guida per automatizzare super metrics utilizzando i campi calcolati. Questo era l’intervento di Federica Brancale al Search Marketing Connect del 2017.

Esempi di report e template già pronti all’uso

  • Template adwords – link
  • Template search console (SEO) – link
  • Template google analytics – link
  • Template youtube – link
  • Template google analytics + adwords – link
  • Template ecommerce (google analytics) – link
  • Template fire base (App) con bigquery – link

 

VEDI ANCHE

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *