Strategia per creare Landing page Efficaci seguendo il funnel

landing page strategia

Terminator – James Cameron

In questi mesi ho letto il libro di Luca Orlandini “Landing page efficace” è piaciuto così tanto questo libro che ho deciso di scrivere questo articolo per ricordarmi tutte le lezioni fondamentali che mi ha insegnato. Uno dei pochi libri italiani che vale la pena di essere letto.

 

Intro: 4 assunzioni da fare

  • Una landing non è solo una pagina ma fa parte di un processo di formazione dell’utente per intercettare persone vicine e lontane dal processo di acquisto
  • L’errore dei clienti è considerare determinanti nel processo solo le variabili che si conoscono 
what you see is all that is - daniel kahneman Condividi il Tweet
  • Il funnel di acquisto conosciuto come AIDAS ha bisogno di un passaggio iniziale detto problema o bisogno. Questo intuizione deriva dalla tecnica di persuasione PAS problema-agitazione-soluzione di damn kennedy. Un altro elemento fondamentale è la fiducia. E’ il concetto di funnel e customer journey che crea la coerenza strategica capace di convertire le persone. Ed è proprio dal funnel che iniziamo a parlare.

 

Strategia per creare Landing page seguendo il funnel

Brand positioning: il punto 0

  • Soddisfi le esigenze di tutti?
  • Scegli un elemento distintivo come per noi i dati specializzandoti o vetticalizza o alza il prezzo per diventare leader. Devi essere diverso
  • Comunica sempre il tuo vantaggio competitivo
  • Trova il modo per essere concepito leader di categoria

Come si fa a fare questo? individuando i concorrenti tramite questi utilissimi strumenti

Acquisizione

  • Appena un utente arriva sul sito hai 5 secondi per rispondere a: puoi risolvere il suo problema? Perchè deve scegliere te? È nel posto giusto?
  • Per fare questo devi inserire above the fold: logo,immagine rappresentativa in cui il cliente si possa riflettere (mostrando oggetto, emozionando, raffigurando l’esperto), problema e soluzione(headline) , cta, vantaggi, badge e menù di navigazione.
  • L’immagine è particolarmente importante perchè l’elemento emozione che influisce sulla fiducia, autorità e il legame che ci sarà.
  • Nei vantaggi va incluso USP “se comprerai questo prodotto otterrai”, in fattore rispetto alla concorrenza e un beneficio forte.
  • L’headline vale circa l’80% del successo legato alla pagina. Jhon caples ha identificato delle parole in grado di suscitare emozioni come: nuovo, ora, finalmente, come fare a, perchè, chi altro,se , consiglio, questo, quale. Può inoltre aiutare inserire una: data, notizia, numero, domanda, gratis.
  • È utile testare i copy. Prima facendo un test su come scrivi il problema, poi sulla promessa ed infine sui vantaggi.

 

Interesse

  • In questa fase vanno descritti i benefici e la soluzione in modo chiaro. In questa fase è la sicurezza che vende.
  • Vanno inseriti video di presentazionen(max 2 minuti), verità incotrnoversibli (nello schema problema-agiutazione-soluzione c’è una fase in cui accentuiamo il turbamento dell’utente magari elencando conseguenze negative, squalificando i concorrenti e comunicando urgenza, tutto supportato da fonti autorevoli=aggravare il problema), informazione progressiva (si descrivono i vantaggi generali e poi i motivi specifici per scegliere me tipo utilità del marketing, utilità dati, perchè scegliere marketing freaks)
  • Scrivi in modo chiaro, utilizza gli spazi, raggruppa le informazioni
  • La tecnica dell’acoraggio su sul prezzo. Prima si cita quanto ti costerebbe una cosa magari 2000 euro e poi offri il tuo servizio ad un prezzo più basso in quanto l’utente facendo il paragone lo riterrà vantaggioso (principio del contrasto di robert cialdini, se vuoi conoscere tutti i suoi principi questo articolo può aiutarti)

Conversione

  • Qui va forgiata la fiducia.
  • Il principio dell’inerzia dice che le persone sono ostili a cambiare opinione (effetto primacy) ma che l’ultima cosa che vedono è quella che si ricodano di più (effetto recency)
  • Per ottenere la fiducia bisogna agire su referenze di clienti soddisfatti (video,usare le stelline, vere, almeno 4, non tutte massime con foto), la clausola soddisfati o rimborsati e la prova gratuita
  • Per generare il desiderio possiamo usare le tecniche di contrasto ed effetto esca (200 euro contro 300 euro), riprova sociale(beste seller), e riduzione delle scelte (inserire delle scelte spropositate, poche scelte, usare categorie di raggruppamento, ordinare in ordine decrescente)
  • Per mettere urgenza e lavorare sull’avversione alla perdita possiamo limitare l’offerta nel tempo o i pezzi disponibili. Non si offrono sconti ma meglio dare cose in più.
  • E utile rinforzare il desidero con altre testimonianze ed info istituzionali
  • Bisogna capire se si vuole tanti lead  o lead qualificati, da qui deriva design dell’form (no capthca, evidenza campi obbligatori, etichette fuori dai campi,cta coerente)

 

Soddisfazione

  • È utile avere referenze di soggetti in cui i clienti si possano identificare
  • Utilizza remarketing ed email marketing per mantenere attivi gli utenti

 

VEDI ANCHE: 15 TRUCCHI DI NEUROMARKETING E NEUROWEDESIGN PER CONVERTIRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *