Email Marketing: Guida Definitiva e Best Practice

email marketing guida

Truffa 62 – Camillo Mastrocinque

Cos’è l’email marketing? La definizione e i Vantaggi

L’email marketing è un’attività che ha come obiettivo raggiungere un audience targettizzata attraverso l’invio di email ad individui selezionati in modo da comunicare velocemente ed ad un basso costo. L’email marketing generalmente è un’attività che viene fatta internamente ad un’azienda e quindi ha un costo più basso rispetto agli altri canali di marketing. Inoltre il pubblico è ben targettizzato, ovvero il vostro database è composto da persone davvero interessante ai vostri prodotti/servizi e quindi anche l’efficienza è più alta. Scopri qui tutti i vantaggi qui

invio newsletter

 

Come funziona l’email marketing: l’attività di Management

1. Lead generation: come creare un database di email

La prima attività da fare è quella della lead generation ovvero tutte le strategie per catturare l’email dei vostri visitatori ed andare così a popolare la lista del vostro database. Esistono diversi metodi di posizionamento, tra cui ricordiamo:

Strategie onsite:

  • pop up che si apre hai nuovi visitatori dopo x secondi sul sito
  • barra nel footer sempre presente
  • sconti e promozioni legati all’iscrizione alla newsletter, il classico 5% di sconto se….

email marketing lead

Strategie offsite ovvero advertising:

si tratta di campagne pubblicitarie con obiettivo a lead ovvero campagne ottimizzate dette a performance. I canali più efficenti sono Facebook e Adwords soprattutto la GSP . Mi raccomando i pixel di conversione.

Ovviamente visto che gli utenti vi stanno dando qualcosa, secondo i principi della persuasione, anche voi dovete dare qualcosa in cambio. il copywrite è fondamentale in questa parte. Alcuni esempi più famosi:

  • rimani aggiornato sulle novità
  • contenuti esclusivi per te
  • iscriviti insieme ad altri 500.000 utenti

Una volta decisa la posizione e il copy dovete decidere cosa chiedere ai vostri utenti quando si registrano. Questo punto è molto importante perchè più profilate l’utente più riuscite a segmentarlo durante l’attività di marketing. Le informazioni base più comuni sono:

  • genere
  • età
  • nazionalità

ovviamente più ne aggiungete meglio è, ma ricordatevi che il tempo dei vostri utenti è d’oro, non rendere l’attività troppo laboriosa.

Infine per completare l’attività di lead generation dovete avere necessariamente il consenso degli utenti a riceve le vostre email. E’ necessario il consenso in base alle attività di marketing che volete effettuare secondo la normativa della privacy. Riporto un ottimo esempio del gruppo Calzedonia.

email marketing

2. Strumenti, software e piattaforme per inviare email

Una volta che avete la vostra lista di utenti interessati a riceve newsletter dovete scegliere la piattaforma per inviare newsletter. Sul mercato ne esistono diverse, sia gratuite che a pagamento, non ne esiste una migliore a prescindere ma dovete sempre capire le vostre esigenze e le loro possibilità. tra le più famose ricordiamo Mailchimp (free) che offre template gratuiti e facili da usare (ottima per i piccoli business). Mailup, contacl lab e tante altre, tutte in grado di automatizzare il processo. Travate qui un articolo dedicato con i becnhmark delle varie piattaforme italiane e straniere, sia per PMI che grandi aziende.  – clicca qui per scoprire le 9 migliori piattaforme di email marketing

3. Email marketing tool: abbellire template, codice ecc

sul web esistono tantissimi tool utili per confrontare email dei competitors, siti ispirazionali dove prendere spunto per i template. per questo argomento abbiamo un articolo dedicato che raggruppa strumenti utili per:

  • ottimizzazione del codice
  • Calcolo della deliverability ovvero il tasso di arrivo delle email
  • copywrite e symbol
  • analisi dei competitors e ispirazionali per design/template
  • piattaforme email marketing

Clicca qui per gli email marketing tools

 

4. Tipologie di email: strategie di contatto come Direct Email Marketing, newsletter ecc

Definire i tipi di email sembra scontato ma non è (e non serve a darti l’allegria;), io stessa ho impiegato anni per capire bene la differenza. La tipologia di email è importante ed è collegata al tema che abbiamo visto prima sulla privacy

  • Direct Email Marketing (DEM): possono essere sia interne che esterne e sono riferite a tutte le comunicazioni ad hoc come offerte una tantum, concorsi e comunicazioni ad altri database
  • Newsletter: classiche newsletter transazionali inviate periodicamente
  • Triggered: sono tipi di newsletter inviate automaticamente come il benvenuto, conferma password, ricevuta ordine ecc.

le tipologie di email vanno ben distinte in modo da poter giudicare bene la performance. Ogni tipologia ha il suo obiettivo, la sua modalità e la sua performance, vanno dunque tenute separate.

 

4. Analisi Statistiche: misurare la performance dell’email marketing

Come abbiamo appena detto la prima attività da fare è quella de tracciamento perchè se non potete misurarlo non potete migliorarlo. Il tracciamento viene fatto sia dal provider che ad esempio da google analytics. ogni piattaforma vi da delle statistiche diverse. Il provider vi da:

  • n. email inviate
  • n. email arrivate
  • n. email aperte
  • n. email clickate

Mentre google analytics vi dice visite, comportamento degli utenti (bounce rate ecc) e conversioni. Sono necessari entrambi e per valorizzare GA dovete impostate i vostri URL con i parametri di tracciamento tramite URL builder.

Potete fare diverse analisi una volta che avete questi dati, vi riporto le fondamentali

  • Analisi della performance di una campagna: 9 metriche base (KPI), ottime per costruire una dashboard
  • Analisi RFM per segmentare il database e raggiungere i migliori utenti decidente la frequenza, la spesa e data dell’ultimo acquisto
  • Analisi Cohort per giudicare le tempistiche di contatto

 

5. Email Marketing Best practice

Le best practice sono tante e vi abbiamo dedicato un articolo intero in cui troverete

  • come scrivere titoli e la loro lunghezza
  • Quando inviare le mail
  • come scegliere un buon design

clicca qui per le best practice

Adesso che sai tutto quello che devi sapere per iniziare, buttati nel colosseo e prova! Se ti va di approfondire questa tematica e di diventare esperto nel grande mondo del web marketing partecipa ad uno dei nostri corsi!

VEDI ANCHE: corsi di web marketing di Marketing Freaks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *