7 passi verso la Web Analytics

web analytics

Già nel 2015 si sente sempre di più parlare di big data, di analisi e di web analytics (se non hai ancora sentito nulla puoi approfondire qui cosa si intende per Web Analytics 2.0) . Ormai quasi tutte le aziende hanno implementato lo strumento, ma quanti riescono a trasformare i dati in azioni? Oggi diamo risposte a 7 domande cruciali per la iniziare la vostra attività di analisi.

Prima di iniziare Perchè la web analytics? perchè ogni attività e decisione di marketing supportata dai dati è una scelta ottimizzata. Sapere da dove arrivano i visitatori, quanti comprano, quanti se ne vanno ci aiuta ad evolvere le proprie strategie di marketing. “Without data you’re just another person with an opinion”.

1. Quali sono gli strumenti più adatti al mio modello di business? la scelta dello strumento di web analytics non è semplice e va valutata soprattutto in termini di lungo termine. Non esiste uno strumento migliore degli altri, ma esistono soluzioni diverse. Quello che potete fare è stilare una lista delle vostre esigenze (di quello che volete misurare insomma) e valutare quale strumento si adatta meglio a voi. (se volete approfondire ecco la strategia per scegliere la piattaforma di web analytics). SIcuramente troverai dei vincoli tecnologici dati dalla piattaforma web per cui dovrai avere due tipi di competenze, una di marketing una IT. Molti di questi vincoli possono essere risolti usando un tag manager che permette l’inserimento di codici tramite uno strumento semplificato utilizzabile anche dai marketers(per approfondire ecco come funziona un tag mamager )

2. i Miei utenti sono tutti uguali?  ovviamente no, le persone si comportano in modo diverso, alcuni sono più inclini ad acquistare, altri comprano solo alcuni beni ecc. Riuscire ad analizzare gli utenti (magari tramite cohort), segmentare gli utenti e costruire dei cluster permette di attuare campagne di marketing molto targettizzate e con alto ROI (ad esempio è possibile creare una lista di remarketing su Google analytics prendendo solo i cookies con un alto potere d’acquisto).

3. E’ indispensabile presidiare i social network? i social network sono importanti e sono anche un fattore di raking (SEO). Riuscire a capire però quali presidiare e come deve essere declinato in base al business. Riuscire a tracciare le campagne in modo appropriato permette di capire quali sono i social network davvero efficaci.

4. il mobile ha bisogno di una strategia di analisi dedicata? come dice Avinash il mondo non sarà mobile first ma mobile only! Adesso è importante capire con quale tasso di crescita i vostri utenti si connettono con voi tramite mobile. Grazie ad Universal Analytics è possibile tracciare il comportamento degli utenti durante la navigazione corss-device. Questo è il punto di partenza per stilare una strategia mobile

5. Posso integrare i dati del CRM con i dati dell’online? si è possibile integrare dati eterogenei all’interno delle piattaforme di analytics. SI passa dalla web analytics alla business intelligence al fine di creare una comunicazione personalizzata. Qui stiamo finalmente parlando di big data.

6. Quanto devo investire e dove? tracciare le campagne, sia online che offline, permette di attribuire il giusto valore alle vostre sorgenti di traffico. Potete conoscere il ROI e creare il vostro modell odi attribuzione per arrivare fino al CPO (cost per order).

7.Posso espandere il mio business in un paese che non conosco? se si vuole aprire in un nuvo paese è fondamentale analizzare i competitors diretti, ma anche le abitudini  e la cultura (voi provare? ecco un po di strumenti )

VEDI ANCHE: i migliori blog di Web Analytics

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *