Scrivere per il Web: 6 Regole per Scrivere un Articolo [User e SEO friendly]

scrivere per il web

Scrivere è un mestiere vecchissimo, ma sul web alcune logiche sono completamente nuove e va rivisto il modo di impostare gli articoli. Sappiamo che Google detta legge e quindi noi dobbiamo seguire le sue regole, che alla fine, il più delle volte, soddisfano anche le esigenze di chiarezza e semplicità degli utenti.

Scrivere per il Web: 6 Regole per Scrivere un Articolo (User e SEO friendly)

1. la scelta della keyword: scegliete l’argomento e buttate giù una lista di parole chiave principali e correlate. Andate su Adwords Keywords Planner, cliccate su “cerca idee…” e su “keywords ideas”. Vi troverete davanti ad uno scenario del genere:

scrivere per il web

cercate di scegliere le parole con il più alto volume di ricerca (e se siete un picolo business anche con poca competizione). Se volete approfondire questa tematica potete leggere come si cercano e scelgono le parole chiave. Una volta scelta la Keyword principale usatela nel Title (60 characterst), URL, nella Description (150 chrt.)  e nelle prime 100 parole del testo.

2. l’utilizzo dei termini correlati: utilizzate ubersuggest per cercare termini correlati e sinonimi. I motori di ricerca riescono ad analizzare la semantica del vostro testo cioè la completezza informativa, le correlazioni tra argomenti e altro ancora. Tutto gira intorno ai concetti di Keyword density, keyword proximity e keyword prominence.

3. il ruolo dei link: Scaricatevi l’estensione di chorme (page rank) e cercate di linkare nel vostro sito altri website che sono autorevoli (PR=>3) ed attinenti al vostro argomento. L’idea (detta in modo spicciolo) è quella che, se voi linkate siti autorevoli, anche voi siete affidabili. Ricordatevi di non mettere però più di 100 link in una pagina perchè google potrebbe leggerlo come Linkfarm. Inoltre cercate di variare gli anchor text per non sovraccaricare troppo una keyword e non incorrere in penalizzazioni. Infine Non fate scappare i vostri utenti! utilizzate nei vostri articoli i link interni, sia in mezzo al testo che alla fine. In questo modo potete catturare la loro attenzione e indirizzarli verso contenuti più vecchi ma di alto valore.

4. la scelta della struttura: per spiegare la struttura mi rifaccio prima un paio di tendenze: sul web la lettura è veloce, le persone scanerizzano gli articoli, individuano o le parole importante e leggendo dal 30% al 70% (percentuale che varia a seconda della tipologia di user). Potete usare colori, grassetto e corsivo per indirizzarli. Inoltre cercate di fare dei periodi non troppo lunghi e non siate prolissi. In generale viene premiata la semplicità, la concisione e la chiarezza espositiva ( come a scuola ;). Tutte queste tendenze si rispecchiano nell’utilizzo degli Heading da parte dei SEO: H1, H2 e H3 (arrivano fino a 6 ma non si usano mai tutti). L’idea è quella che H1 rappresenta l’argomento centrale dell’articolo, H2 il sottotitolo e così via. In questo caso aiutate i Search Engine a leggere. Inoltre usare gli Heading cambia dimensione e colore al vostro teso (diventa più grande e grassetto) e quindi così diventa più facile da leggere per gli users.

5. Scegliete un bel titolo! ci sono diversi strumenti che possono aiutarvi, Content dea Generator è un simpatico esempio, divertitevi!

scrivere per il web

6. Utilizzate le immagini: oltre ad essere un nuovo strumento di ricerca sono anche ben accette dagli user, danno un senso di leggerezza e chiarezza all’articolo e riescono ad esemplificare nella mente dei lettori il concetto che state spiegando. Ricordatevi di impostare l’ALT text ovvero l’attributo dell’immagine. Mettete le parole chiave negli ALT così se un user digitasse una query nel motore di ricerca delle immagini voi potreste comparire.

VEDI ANCHE: introduzione alla SEO

7 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *